Torta per la colazione e prima pioggia

Finalmente l’aria si è rinfrescata. Quest’estate è stata dura, soprattutto per la siccità. Mi ha ricordato con molto dispiacere le estati a casa in Sardegna, quando la macchia mediterranea bruciava e bruciava, e l’acqua in città veniva razionata durante le ore del giorno…

Fortunatamente la pioggia è arrivata e l’aria fresca oggi ci porta verso l’autunno, una stagione bellissima: carica di quella magia poetica e un po’ malinconica che solo lei può avere.

Riaccendo con piacere il forno e vi porto una ricetta letta su questo sito, come sempre ci sono modifiche per esigenze di dispensa e/o preferenze di gusti. Il risultato è stato comunque ottimo! Buono il sapore e morbida la consistenza. Questa torta per la colazione è a prova di pigro: potete cucinarla la domenica, tagliarla, congelarla e toglierne dal freezer una fetta la sera prima.

Mescolate in una ciotola 150 gr di farina di ceci, 130 gr di farina di avena integrale, 2 cucchiaini di bicarbonato, 1/2 bustina di lievito e un pizzico di sale. In un’altra ciotola mettete 2 banane mature schiacciate, 180 gr di sciroppo d’agave, 130 gr di latte di cocco, 1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere e 100 gr di olio di mais (di questo pero’ secondo me ne basterebbe anche la metà). Unite l’umido al secco, e aggiungete 100 gr di prugne secche tritate e 70 gr di semi di lino macinati.

Infine suddividete il composto in teglie foderate (30-40 minuti) o in porzioni da muffin (15 minuti), decorate con semi la superficie e infornate a 180°.

NOTA siccome gli impasti senza glutine rimangono più compatti se cotti in quantità ridotte, ma non avendo voglia di fare dei muffin, io ho suddiviso questo impasto in due teglie da plumcake e le ho infornate insieme per 40 minuti.

Come sempre buon inizio settimana

Irene

Leave A Reply

Navigate